In questa sezione trovate gli Avvisi pubblicati

avvisi

Acquisizione Servizio di Somministrazione Lavoro Temporaneo
  • Fornitura del servizio di somministrazione di lavoro temporaneo

Procedura negoziata ex art. 36, comma b, D.lgs. n. 50 del 2016 CIG: 75587784EE

La procedura di selezione è riservata alle Società che siano in possesso di autorizzazione all’esercizio dell’attività di somministrazione lavoro e che siano iscritti all’apposito albo delle Agenzie per il lavoro ai fini delle attività di intermediazione, ricerca e selezione del personale, supporto alla ricollocazione professionale di cui all’art. 4 del D.Lgs. 10 settembre 2003, n. 276 e s.m.i.

  • Dallo stesso Albo Ministeriale sono state sorteggiate cinque operatori cui è rivolto il presente invito.
  • In ossequio al principio della rotazione, non si è formulata lettera d’invito al precedente aggiudicatario del servizio.

 

ALLEGATO 

  • Sono stati invitati a partecipare alla Procedura i seguenti Operatori Economici:
Adecco S.p.A.
Gi-Group SpA
Manpower
Randstad SpA
Synergie SpA
Tempor SPA

DURATA CONTRATTUALE E AMMONTARE DELL’APPATO

L’appalto avrà la durata massima di 4 (quattro) mesi a far data dal prossimo primo Ottobre 2018, e comunque fino al raggiungimento economico della soglia di cui all’art. 36, comma b, D. Lgs. N. 50 del 2016.

L’ ammontare dell’appalto stimato per il servizio previsto dalla presente procedura ammonta ad euro € 221.000, 00 (duecentoventunomila/00), oltre IVA per l’intera durata contrattuale e comprende anche il costo del lavoratore.

RISPOSTE AI QUESITI

(pervenuti entro la data stabilita dalla lettera di invito):

  • I QUESITO L’applicato Art. 95, Comma 4 del D.Lgs. n. 50/2016 trova fondamento, come pure evidenziato in sede di invito, nella richiesta prestazioni standardizzate e con caratteristiche di ripetitività in quanto dedotte da un fabbisogno di personale consolidato in presenza di un’immutabilità della pianta organica e delle necessità attese. Si è inteso, inoltre, oggettivizzare la procedura, a valle dell’applicato principio di rotazione, al fine di offrire alla concorrenza la minor discrezionalità possibile in sede comparativa delle offerte che dovranno pervenire nei termini indicati.
  • II QUESITO Il costo mensile, e di conseguenza quello orario per singola area e profilo professionale, dovrà intendersi comprensivo anche delle voci di costo da loro puntualizzate.
  • III QUESITO Secondo quanto previsto dall’Art. 17 del C.C.N.L. Fise Assoambiente del 6 dicembre 2016, la durata settimanale dell’orario normale di lavoro è di 38 ore, articolato di norma in cinque giorni lavorativi, salvo deroghe autorizzate in sede aziendale.
  • IV QUESITO Pervenuto fuori tempo massimo.
– Art. 33, Comma 2, Art. 34, Comma 3 e Art. 35, Comma 7 del D.Lgs. 81/15
Per quanto concerne gli obblighi di sicurezza e di responsabilità civile verso terzi troverà applicazione la normativa richiamata che prevede che essi siano a carico dell’utilizzatore., prevista dagli  Art. 34, Comma 3 e Art. 35, Comma 7 del D.Lgs. 81/15.
 Mentre in caso di revoca dell’affidamento del servizio troverà applicazione l’Art. 33, Comma 2 del citato decreto.
  • Si chiarisce che a seguito dell’aggiornamento del C.C.N.L. di lavoro per i dipendenti di imprese e società esercenti servizi ambientali FISE ASSOAMBIENTE del 6 Dicembre 2016, dal primo gennaio 2018 l’orario normale di lavoro settimanale è di 38 ore per cui il divisore orario mensile da applicarsi ai fini dell’elaborazione dell’offerta economica sarà pari a 164,67 e non a 156, come invece erroneamente indicato nella lettera di invito

 

Acquisizione Servizio di Somministrazione Lavoro Temporaneo – Comunicazione di Aggiudicazione

COMUNICAZIONE DI
ACQUISIZIONE DI EFFICACIA DELL’AGGIUDICAZIONE – ORDINE DI AVVIO DELLA
PRESTAZIONE.

Provvedimento comunicazione 

 

Finanziamento Progetti di Sviluppo Sostenibile

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Direzione generale per lo sviluppo sostenibile, il danno ambientale e per i rapporti con l’Unione Europea e gli Organismi Internazionali, intende promuovere con il presente bando la realizzazione di alcune delle attività previste dalle funzioni definite dall’art. 34 del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 ss.mm.ii., in materia di attuazione della Strategia Nazionale per lo Sviluppo Sostenibile.

  • In particolare intende supportare attività e iniziative finalizzate alla divulgazione e alla sensibilizzazione sui temi dello sviluppo sostenibile e/o dell’economia circolare.

Risorse:

  • Le risorse disponibili ammontano complessivamente a € 400.000,00. Per ciascuna proposta progettuale è previsto un finanziamento massimo dell’80% dell’intero costo della proposta progettuale, il quale non potrà comunque essere superiore a € 35.000,00.

Modalità di attribuzione dei vantaggi economici

  • L’attribuzione di vantaggio economico, ex art. 12 della L. 7 agosto 1990, n. 241, sarà concesso, secondo l’ordine cronologico di presentazione delle domande, sulla base di una procedura di valutazione a sportello delle domande pervenute, le quali saranno finanziate fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Beneficiari e requisiti di ammissibilità dei partecipanti

  • Il presente bando è rivolto ad associazioni, cooperative e imprese. Alla data di pubblicazione del presente bando, il soggetto richiedente deve possedere i seguenti requisiti:
  1. essere costituito da almeno 3 anni, nella forma prevista dalla legge;
  2. aver realizzato negli ultimi 3 anni almeno un progetto in linea con l’oggetto e le finalità del presente bando, con un importo uguale o superiore alla richiesta di finanziamento;
  3.  essere in possesso, al momento della partecipazione al presente bando, di tutti i requisiti di cui alle dichiarazioni ai sensi e per gli effetti del DPR 445/2000 riportate all’interno del formulario. In fase di presentazione della domanda di attribuzione del vantaggio economico, sarà cura del legale rappresentante del soggetto richiedente, dichiarare il possesso dei suindicati requisiti, nell’apposita sezione del formulario allegato al presente bando.

(Ministero dell’AmbienteLink al bando completo)

Gestione delle reti di monitoraggio del CMA – Centro di Monitoraggio Ambientale Regionale

La Rete di Monitoraggio Ambientale della Regione Basilicata (CMA), è focalizzata sulle tematiche dell’inquinamento atmosferico, del monitoraggio qualitativo-quantitativo delle acque, dell’aria, del rumore, della radioattività e del monitoraggio del rischio frane.
L’appalto riguarda l’affidamento dei Servizi di Manutenzione ordinaria, straordinaria e di gestione di alcune reti di monitoraggio e stazioni meglio specificate di seguito e presenti sull’intero territorio regionale.

1.lettera invito

2.1allegato_verifica_cond_esercizio

2.capitolo tecnico esecutivo

3.Domanda_partecipazione_ReteMonitoraggio

4.Offerta_Economica_ReteMonitoraggio

5.schema contratto

6.Scheda formulario DGUE

Avviso indagine di mercato

Allegato 1

 

 

Procedura affidamento Servizi Software
26/09/2017 – AVVISO DI RETTIFICA PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA – CIG 6873794241
 AVVISO DI RETTIFICA
07/09/2017 – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
 PROVVEDIMENTO DI AGGIUDICAZIONE 

 

06/04/2017 – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
 APPROVAZIONE CDA ESITI GARA PROT. 120
COMUNICAZIONE RUP AL CDA ESITI GARA PROT. 118
 20/03/2017 – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
SI COMUNICA CHE, CON RIFERIMENTO ALLA PROCEDURA DI CUI ALL’OGGETTO,  PER IL 27 MARZO 2017 ALLE ORE 16:00, PRESSO LA SALA “FORUM” DELLA FONDAZIONE DI PARTECIPAZIONE DI RICERCA OSSERVATORIO AMBIENTALE REGIONALE, SITA IN MARSICO NUOVO (PZ) AL C.SO VITTORIO EMANUELE II N. 3, È CONVOCATA LA SEDUTA PUBBLICA RELATIVA ALL’APERTURA DELLE BUSTE CONTENENTI L’OFFERTA ECONOMICA.
VERBALE N. 13 PROPOSTA DI AGGIUDICAZIONE
21/01/2017 – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
SI COMUNICA CHE LA SEDUTA PUBBLICA RELATIVA ALLA PROCEDURA IN OGGETTO, RINVIATA IL GIORNO 16/01/2017 A DATA DA DESTINARSI, SI TERRÀ IL 25/01/2017 ALLE ORE 15:30 PRESSO LA SALA “FORUM” DELLA FONDAZIONE SITA IN MARSICO NUOVO (PZ) AL CORSO VITTORIO EMANUELE II, N.3.
VERBALE N 3
16/10/2016 – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
RINVIO SEDUTA PUBBLICA
 09/01/2017 – PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
AVVISO RINVIO SEDUTA PUBBLICA
20/12/2016 – SI COMUNICA CHE LA SEDUTA PUBBLICA RELATIVA ALLA PROCEDURA IN OGGETTO, RINVIATA IL GIORNO 16/01/2017 A DATA DA DESTINARSI, SI TERRÀ IL 09/01/2017 ALLE ORE 15:30 PRESSO LA SALA “FORUM” DELLA FONDAZIONE SITA IN MARSICO NUOVO (PZ) AL CORSO VITTORIO EMANUELE II, N.3.
PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
 VERBALE N 1
 VERBALE N 2
PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
NOMINA COMMISSIONE DI GARA
INTEGRAZIONE R.U.P.

 

LUCIA POSSIDENTE (CV)
ANTONIO VALANZANO (CV)
MICHELE RECINE (CV)
PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI SVILUPPO SOFTWARE, CONSULENZA E MANUTENZIONE FINALIZZATI ALLA REALIZZAZIONE ED ALLA GESTIONE OPERATIVA DEL POLO INFORMATIVO REGIONALE E DEL CATASTO DELL’INFORMAZIONE AMBIENTALE E SANITARIA CIG 6873794241
FAQ
AVVISO DI RETTIFICA
ALLEGATO 2 DOCUMENTO GARA UNICO EUROPEO
ALLEGATO 3 – DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA
ALLEGATO 4 – OFFERTA ECONOMICA
DICHIARAZIONE AVVALIMENTO
SCHEMA CONTRATTO DI AVVALIMENTO
CAPITOLATO TECNICO
DISCIPLINARE GARA
SCHEMA CONTRATTO

 

 

Procedura negoziata previa indagine di mercato per l’affidamento del servizio di manutenzione, assistenza e protipazione sperimentale del Centro di Controllo (CdC) del Centro di Monitoraggio Ambientale della Regione Basilicata (CMA)

Aggiudicazione Appalto

Approvazione esiti gara

Comunicazione esiti gara

  • verbali della Commissione giudicatrice.

verbale n. 4 commissione di gara proposta di aggiudicazione

verbale n. 2 commissione di gara

verbale n. 1 commissione di gara

  • 17/10/2018 Nomina Commissione Giudicatrice:

documentazione nomina commissione gara cdc

PROCEDURA NEGOZIATA PREVIA INDAGINE DI MERCATO, AI SENSI DELL’ART. 36, COMMA 2, LETTERA B) PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI MANUTENZIONE, ASSISTENZA E PROTOTIPAZIONE SPERIMENTALE DEL CENTRO DI CONTROLLO (CDC) DEL CENTRO DI MONITORAGGIO AMBIENTALE DELLA REGIONE BASILICATA (CMA) DELLA DURATA DI 1 (UNO) ANNO PER LA FARBAS  CIG: 764265131F

  1. Avviso di indagine di mercato ai sensi dell’Art. 216, comma 9 del D.Lgs. 50/2016 per l’esperimento della Procedura negoziata previa indagine di mercato, ai sensi dell’Art. 36, Comma 2, lettera b) per l’affidamento del servizio di manutenzione, assistenza e prototipazione sperimentale del Centro di Controllo (CdC) del Centro di Monitoraggio Ambientale della Regione Basilicata (CMA) della durata di 1 (uno) anno per la FARBAS.
  • indagine di mercato ai sensi dell’Art. 216, comma 9 del D.Lgs. 50/2016 al fine di individuare gli Operatori Economici da invitare alla procedura negoziata, ai sensi dell’Art. 36, Comma 2, Lettera b) per l’affidamento del servizio di manutenzione, assistenza e prototipazione sperimentale del Centro di Controllo (CdC) del Centro di Monitoraggio Ambientale della Regione Basilicata (CMA) della durata di 1 (uno) anno.

Il tutto nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento e trasparenza e di quanto definito dalle Linee guida ANAC n. 4 del 2016 in materia di “Procedure di affidamento sotto la soglia comunitaria”.

Eventuali richieste di informazioni e di chiarimenti sul presente avviso di indagine di mercato dovranno essere presentate in lingua italiana e trasmesse alla FARBAS a mezzo PEC alla seguente casella di posta elettronica certificata: fondazioneosservatorio@pec.it entro il 18.09.2018.

Le risposte verranno rese disponibili sul sito www.farbas.org entro il 25.09.2018.

indagine

Allegato 1 – Fac-Simile richiesta di partecipazione

 RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

Allegato 1 FAC-SIMILE RICHIESTA DI PARTECIPAZIONE

Architettura del Sistema

Architettura del Sistema

I CMA è composto da diversi sottosistemi, ciascuno per ogni matrice ambientale oggetto di monitoraggio:

  1. matrice aria, componenti principali:
  • una rete fissa di monitoraggio composta da n. 16 stazioni
  • un sistema SODAR-RASS integrato con due anemometri sonici triassiali;
  • un laboratorio mobile per il controllo dell’inquinamento atmosferico;
  • una licenza software per l’utilizzo di un modello di previsione meteorologica (WRF)
  • una licenza software per l’utilizzo di un modello di diffusione e trasporto di inquinanti inerti e reattivi (CAMx)

2) matrice acqua, componenti principali:

  • una rete fissa di monitoraggio quali-quantitativo delle acque con l’obiettivo di valutare lo stato dei corpi idrici della Basilicatanell’ambito di ciascun bacino idrografico e l’ottimizzazione della gestione della risorsa idrica.

La rete è costituita da:

  • n. 15 stazioni per il monitoraggio del livello idrometrico dei fiumi;
  • n. 5 stazioni per il controllo quali-quantitativo delle acque della Area della Val D’Agri;
  • n. 8 stazioni per il controllo quali-quantitativo dei fiumi;
  • n. 5 stazioni pluviometriche;
  • n. 9 stazioni per il monitoraggio degli invasi e dei bacini;
  • un laboratorio mobile per il controllo e l’analisi delle acque;
  • una licenza software per l’utilizzo del modello di calcolo MIKE BASIN

Frane:

rete di monitoraggio frane per il sito di Miglionico costituita da:

  • strumentazione geotecnica e stazioni meteorologiche per il monitoraggio delle instabilità del terreno;
  • strumentazione geodetica per il monitoraggio dei movimenti dei corpi di frana.

3) matrice rumore, raccoglie i dati da quattro stazioni

4) matrice radioattività, raccoglie i dati da due stazioni

Tutte le informazioni provenienti da ogni sottosistema in campo vengono raccolte ed elaborate nel Centro di Controllo.

Il sottosistema di Acquisizione, Calcolo e controllo è modulare e scalabile e viene configurato per permettere la connessione alle diverse unità di elaborazione dati delle reti di monitoraggio ARPAB e di altre fonti dati.

In particolare il modulo gestisce i protocolli di comunicazione con le diverse tipologie di unità in campo per la raccolta dati.

Il sottosistema di acquisizione e controllo mette a disposizioni le funzionalità per la configurazione delle unità di acquisizione e dei parametri.

La configurazione delle stazioni, delle unità di acquisizione e dei parametri avviene attraverso un’apposita interfaccia web messa a disposizione dal pannello di amministrazione.

Il sottosistema di Fruizione rappresenta l’interfaccia per la consultazione dei dati el’accesso a servizi disponibili all’interno del Centro di Controllo.

Il sottosistema integra alle sezioni classiche di gestione contenuti e documenti, sistemi di supporto operativo eelaborazioni analitiche di dettaglio sui dati. L’accesso alle diverse funzionalità è rappresentato dal Portale disponibile sulla intranet dell’A.R.P.A.B.e raggiungibile anche tramite l’indirizzo pubblico monitoraggio.arpab.it

Il sottosistema di Gestione e di Condivisione Dati è l’elemento dell’architettura del Centro di Controllo che gestisce la base dati del sistema, permette le attività di controllo e validazione, offrendo anche funzionalità di condivisione delle informazioni ai diversi moduli software.

Il sistema è orientato alla gestione di dati geografici intesi in senso funzionale, quindi come informazioni conferimento sul territorio, ed è composto da moduli applicativi di gestione integrata delle categorie di dati differenti relazionati alla struttura del database di tutte le matrici ambientali.

Gli Utenti del Sistema

  • L’accesso alle risorse dell’infrastruttura tecnologica è riservato ai soggetti interessati e/o coinvolti nella gestione del sistema sulla base di profili di autorizzazione assegnati per competenze, responsabilità decisionali e specifiche competenze sulle tematiche ambientali.
  • Componenti dei profili di autorizzazione sono i gruppi di utenti ai quali sono associati, con un’opportuna granularità, i diversi livelli di accesso alle funzioni del sistema.
  • Gli utenti non accreditati hanno accesso alle sole informazioni sulle reti messe a disposizione all’indirizzo www.monitoraggio.arpab.it.

Architettura Fisica

Architettura Fisica

Dal punto di vista fisico la dotazione server del Centro di Controllo è costituita da un armadio rack da 42 unità (42U) suddiviso essenzialmente in cinque sezioni:

  1. una sezione di alimentazione (gruppo di continuità);
  2. una sezione storage (SAN di circa 10 TB, due switch di controllo e batteria tampone);
  3. una sezione server
  4. una sezione di rete rappresentata da due switch di rete e due firewall;
  5. una sezione di backup rappresentata dalla Tape Library.

Architettura Logica

L’Architettura del CMA si basa sulla virtualizzazione dei sistemi.

  • Sono presenti attualmente due infrastrutture di virtualizzazione: VMware Vcenter 4.1 e Virtualizzazione Linux. La soluzione VMVare è in fase di  migrazione verso una soluzione open.

Si riporta, di seguito, lo stato di aggiornamento e le versioni di software/firmware installate sui principali dispositivi, sistemi fisici e virtuali presenti nel CdC:

Dispositivi e sistemi fisici

routerASA1 (ASA 5501)

ASA version 8.3(1)

routerASA2 (ASA 5501)

ASA version 8.3(1)

drac-vmhost1firmware 1.54 (Build 15)

drac-vmhost2firmware 1.54 (Build 15)

drac-vcenterfirmware 1.54 (Build 15)

drac-modAria1

firmware 1.54 (Build 15)

drac-modAria2firmware 1.54 (Build 15) l

drac-modAcqua

firmware 1.54 (Build 15)

 

Macchine virtualihttp1

http2rootfs 5,0G 1,5G 3,6G 29% /Debian 7.8Apache/2.2.22 (aggiornamenti disponibili free) NRPE -Nagios Remote Plugin Executor 2.13

sp1rootfs 5,0G 1,3G 3,8G 26% /Debian 7.8Apache/2.2.22 (Debian aggiornamenti disponibili free) NRPE -Nagios Remote Plugin Executor 2.13

rproxyrootfs 5,0G 1,3G 3,8G 25% /Debian 7.10 (aggiornamenti disponibili free)

mailrootfs 5,0G 1,3G 3,8G 26% /

http1rootfs 5,0G 1,5G 3,6G 29% /Debian 7.8Apache/2.2.22NRPE -Nagios Remote Plugin Executor 2.13

Debian 7.8Apache/2.2.22 (Debian)NRPE -Nagios Remote Plugin Executor 2.13 postfix mail_version = 2.9.6

vpnrootfs 4,0G 2,5G 1,6G 62% / Debian 7.8OpenVPN 2.2.1 x86_64-linux-gnu

idp1rootfs 5,0G 1,6G 3,5G 31% / Debian 7.8Apache/2.2.22 (Debian) Apache Tomcat/6.0.35

ftp/dev/sda2 4,0G 2,8G 1,1G 73% //dev/sdb1 150G 4,2M 150G 1% /home/operatore/models SUSE Linux Enterprise Server 11 (x86_64)Server version: Apache/2.2.10 (Linux/SUSE)postfix mail_version = 2.5.6

Clausole di rotazione e riservatezza

Clausola di rotazione

Lo svolgimento del servizio di cui all’oggetto non potrà essere affidato a soggetti economici che negli ultimi 3 (tre) anni abbiano svolto servizi o prestazioni analoghe, di cui all’oggetto della presente indagine di mercato, presso la FARBAS.

Clausola di riservatezza

La tipologia dell’attività da svolgere e la delicatezza della materia trattata richiedono che tutte le attività dell’aggiudicatario siano improntate alla assoluta attenzione alla riservatezza.

Importo Stimato e Durata del Contratto

Il contratto avrà una durata di efficacia di 12 (dodici) mesi dalla data di sottoscrizione, senza possibilità di proroga.

Resta salva la facoltà di applicare la proroga tecnica di cui all’Art. 106, Comma 11 del D.Lgs 50/2016.

L’importo globale massimo del contratto da affidare è pari a Euro 180.000,00 (centottantamila, in Euro, IVA esclusa).

Modalità di Presentazione della Documentazione

Modalità di presentazione della documentazione richiesta ai fini dell’indagine di mercato

L’Operatore Economico che intenda partecipare dovrà inoltrare a mezzo PEC, alla casella di posta elettronica certificata fondazioneosservatorio@pec.it, entro il termine perentorio del 29.09.2018 alle ore 18:00, riportando nell’oggetto: “Riscontro avviso di indagine di mercato – Procedura negoziata previa indagine di mercato, ai sensi dell’Art. 36, Comma 2, lettera b) per l’affidamento del servizio di manutenzione, assistenza e prototipazione sperimentale del Centro di Controllo (CdC) del Centro di Monitoraggio Ambientale della Regione Basilicata (CMA) della durata di 1 (uno) anno per la FARBAS”.

La richiesta di partecipazione dovrà includere necessariamente una dichiarazione sostitutiva, ai sensi del DPR 445/2000, sottoscritto digitalmente dal legale rappresentante o soggetto dotato di comprovati poteri di firma dell’Operatore Economico, contenente le dichiarazioni in ordine a:

  1. L’espressa volontà di voler partecipare alla presente procedura;
  2. Il possesso dei requisiti di partecipazione come meglio specificati all’Art. 3 del presente avviso di indagine di mercato. In caso di Procuratore Speciale, i cui poteri non risultino dalla visura camerale, dovrà essere prodotta, altresì, copia in formato elettronico della Procura Speciale.

Modalità di svolgimento della Procedura

In linea con quanto previsto dalle Linee guida ANAC n. 4 del 2016 (in materia di “Procedure sottosoglia”) si prevede un sorteggio finalizzato a selezionare gli Operatori che saranno oggetto di invito nell’ambito della seconda fase.

  • La FARBAS, in ragione del numero di richieste di partecipazione pervenute nei termini, provvederà ad invitare a presentare offerta, con apposita lettera di invito ad offrire, un numero di Soggetti pari a 10 (dieci) selezionati mediante estrazione effettuata dal RUP alla presenza di due testimoni (del sorteggio verrà redatto apposito processo verbale).

    Il sorteggio, pertanto, verrà effettuato in presenza di un numero di richieste di partecipazione maggiore o uguale a 11 (undici) ammesse e pervenute nei termini.

  • Nel caso in cui il numero di richieste di partecipazione presentate dovesse essere pari od inferiore a 10 (dieci), verranno invitati tutti gli operatori che avranno prodotto tempestivamente e validamente richiesta di partecipazione.

  • Fermo restando quanto previsto nella presente avviso di indagine di mercato, l’ulteriore documentazione da presentare in sede di offerta, le modalità di presentazione dell’offerta medesima, il criterio di selezione dell’offerta, nonché il procedimento di aggiudicazione saranno meglio specificati nelle lettera di invito ad offrire.

  • La FARBAS si riserva la facoltà di non procedere con la seconda fase ad inviti.

  • La FARBAS si riserva, altresì, la facoltà insindacabile di sospendere, revocare o annullare la procedura, senza che i concorrenti possano vantare alcun diritto. Tale decisione sarà comunicata a tutti i candidati a norma dell’Art. 76 del D.Lgs. 50/2016.

  • Non saranno presi in considerazione i soggetti che avranno presentato il riscontro all’indagine di mercato con modalità differenti da quelle prescritte dal presente.

Oggetto e durata
  1. Il servizio oggetto della richiesta di acquisizione è volto a garantire la manutenzione, assistenza e l’affidamento per l’attivazione e la prototipazione del Centro di Controllo (CdC) relativo al Centro di Monitoraggio Ambientale della Regione Basilicata, ubicato presso l’A.R.P.A.B., e per la misura delle matrici ambientali acqua, nonché aria, rumore, radioattività e frane.

Il Centro di Controllo (CdC) è una unità fisico-logica ubicata presso L’A.R.P.A. Basilicata che dovrà raccogliere:

a) I dati provenienti da fonti diverse: stazioni di acquisizione, laboratori fissi e mobili, fonti informative esterne;

b) Organizzazione e catalogazione dei dati raccolti;

c) Gestione delle interfacce di esposizione dei dati verso gli utenti e altri Soggetti Istituzionali.

Requisiti richiesti

Requisiti amministrativi, tecnici, di alta specializzazione ed economici richiesti ai fini della partecipazione alla Procedura

Di seguito si indicano i requisiti di partecipazione alla Procedura in esame, che dovranno essere posseduti dagli Operatori Economici che intendono partecipare, al momento dell’invio della richiesta di partecipazione, di cui al successivo Art.6, nelle modalità di seguito definite:

I. Requisiti generali

Possesso dei requisiti aventi carattere generale di cui all’Art. 80 del D.Lgs. 50/2016.

II. Requisiti di capacità tecnica e professionale

  1. Esecuzione negli ultimi 3 (tre) anni, a decorrere dalla data di pubblicazione della presente indagine di mercato, di servizi analoghi in ambito di gestione di centro di controllo, di sistemi complessi, di raccolta, catalogazione ed esposizione dei dati in ambito ambientale; ovvero abbiano svolto servizi integrati di alta specializzazione nella gestione software e hardware delle procedure informatiche connesse alla trasmissione e acquisizione di dati da infrastrutture tecnologiche.
  2. Che abbiano prestato servizi analoghi presso organismi pubblici e/o Fondazioni o Enti di Ricerca in materia ambientale (A.R.P.A., C.N.R., ecc.) per un importo complessivo minimo di Euro 300.000,00 (trecentomila).

Inoltre, per tutta la durata dell’esecuzione del servizio, sarà sempre richiesta la disponibilità di almeno 4 (quattro) figure professionali altamente specializzate con competenze in ambito di programmazione, sistemi e gestione di moduli applicativi.

Trattamento dati e Responsabile del Procedimento

Il trattamento dei dati avverrà in accordo con quanto previsto dal D.Lgs. n. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (nel seguito anche “Codice privacy”) e, a decorrere dalla data di entrata in vigore, ai sensi del Regolamento UE n. 2016/679 relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati (nel seguito anche “Regolamento UE” o “GDPR”), FARBAS fornisce le seguenti informazioni sul trattamento dei dati personali.

Finalità del trattamento

In relazione alle attività di competenza svolte dalla FARBAS, si segnala che:

– i dati forniti dai concorrenti vengono raccolti e trattati da FARBAS per verificare la sussistenza dei requisiti richiesti dalla legge ai fini della partecipazione alla gara e, in particolare, ai fini della verifica delle capacità amministrative e tecnico-economiche di tali soggetti, nonché ai fini dell’aggiudicazione, in adempimento di precisi obblighi di legge derivanti dalla normativa in materia di appalti e contrattualistica pubblica;

– i dati forniti dal concorrente aggiudicatario vengono acquisiti da FARBAS ai fini della redazione e della stipula del Contratto, per l’adempimento degli obblighi legali ad esso connessi, oltre che per la gestione ed esecuzione economica ed amministrativa del contratto stesso.

Tutti i dati acquisiti da FARBAS potranno essere trattati anche per fini di studio e statistici nel rispetto e delle norme previste dal Regolamento UE.

Natura del conferimento

Il Concorrente è tenuto a fornire i dati a FARBAS, in ragione degli obblighi legali derivanti dalla normativa in materia di appalti. Il rifiuto di fornire i dati richiesti da FARBAS potrebbe determinare, a seconda dei casi, l’impossibilità di ammettere il concorrente alla partecipazione alla gara o la sua esclusione da questa o la decadenza dall’aggiudicazione, nonché l’impossibilità di stipulare il contratto.

Dati sensibili e giudiziari

Di norma i dati forniti dai concorrenti e dall’aggiudicatario non rientrano tra i dati classificabili come “sensibili”, ai

sensi dell’articolo 4, comma 1, lettera d) del Codice privacy, né nelle “categorie particolari di dati personali” di cui all’art. 9 Regolamento UE. Il trattamento dei dati “giudiziari” di cui all’articolo 4, comma 1, lettera e) del Codice privacy e dei “dati personali relativi a condanne penali e reati” di cui all’art. 10 Regolamento UE, invece, è limitato al solo scopo di valutare il possesso dei requisiti e delle qualità previsti dalla vigente normativa applicabile.

Modalità del trattamento dei dati.

Il trattamento dei dati verrà effettuato da FARBAS in modo da garantirne la sicurezza e la riservatezza necessarie e potrà essere attuato mediante strumenti manuali, cartacei, informatici e telematici idonei a trattare i dati nel rispetto delle misure di sicurezza previste dal Codice privacy e dal Regolamento UE.

Ambito di comunicazione e di diffusione dei dati

I dati potranno essere:

  1. trattati dal personale di FARBAS che cura il procedimento di gara,
  2. comunicati a collaboratori autonomi, professionisti, consulenti, che prestino attività di consulenza o assistenza a FARBAS in ordine al procedimento di gara, anche per l’eventuale tutela in giudizio, o per studi di settore o fini statistici;
  3. comunicati ad eventuali soggetti esterni, facenti parte delle Commissioni di aggiudicazione che verranno di volta in volta costituite;
  4. comunicati, ricorrendone le condizioni alla Pubblica Amministrazione per la quale FARBAS svolgano attività ai sensi dello statuto sociale, relativamente ai dati forniti dal concorrente aggiudicatario;
  5. comunicati ad altri concorrenti che facciano richiesta di accesso ai documenti di gara nei limiti consentiti ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241;
  6. comunicati all’Autorità Nazionale Anticorruzione, in osservanza a quanto previsto dalla Determinazione AVCP n. 1 del 10/01/2008.

Il nominativo del concorrente aggiudicatario della gara ed il prezzo di aggiudicazione dell’appalto, potranno essere diffusi tramite il sito internet www.farbas.org

Oltre a quanto sopra, in adempimento agli obblighi di legge che impongono la trasparenza amministrativa (Art. 1, Comma 16, lettera b), e Comma 32 L. 190/2012; Art. 35 D. Lgs. n. 33/2012; nonché Art. 29 D. Lgs. n. 50/2016), il concorrente/contraente prende atto ed acconsente a che i dati e la documentazione che la legge impone di pubblicare, siano pubblicati e diffusi, ricorrendone le condizioni, tramite il sito internet www.farbas.org, sezione “Amministrazione Trasparente”.

I dati potrebbero essere trasferiti ad un’organizzazione internazionale, in adempimento di obblighi di legge.

Periodo di conservazione dei dati

Il periodo di conservazione dei dati è di 10 anni dall’aggiudicazione definitiva per la stazione appaltante. Inoltre, i dati potranno essere conservati, anche in forma aggregata, per fini di studio o statistici nel rispetto degli artt. 89 del Regolamento UE e 110 bis del Codice Privacy.

Processo decisionale automatizzato

Non è presente alcun processo decisionale automatizzato

Diritti dell’interessato

Per “interessato” si intende qualsiasi persona fisica i cui dati sono trasferiti dal concorrente alla FARBAS.

All’interessato vengono riconosciuti i diritti di cui all’articolo 7 del Codice privacy e di cui agli artt. da 15 a 22 del Regolamento UE. In particolare, l’interessato ha: i) il diritto di ottenere, in qualunque momento la conferma che sia o

meno in corso un trattamento di dati personali che lo riguardano; ii) il diritto di accesso ai propri dati personali per conoscere: la finalità del trattamento, la categoria di dati trattati, i destinatari o le categorie di destinatari cui i dati sono o saranno comunicati, il periodo di conservazione degli stessi o i criteri utilizzati per determinare tale periodo; iii) il diritto di chiedere, e nel caso ottenere, la rettifica e, ove possibile, la cancellazione o, ancora, la limitazione del trattamento e, infine, può opporsi, per motivi legittimi, al loro trattamento; iv) il diritto alla portabilità dei dati che sarà applicabile nei limiti di cui all’art. 20 del regolamento UE.

Se in caso di esercizio del diritto di accesso e dei diritti connessi previsti dall’Art. 7 del Codice privacy o dagli artt. da 15 a 22 del Regolamento UE, la risposta all’istanza non perviene nei tempi indicati e/o non è soddisfacente, l’interessato potrà far valere i propri diritti innanzi all’autorità giudiziaria o rivolgendosi al Garante per la protezione dei dati personali mediante apposito reclamo, ricorso o segnalazione.

Titolare del trattamento.

Titolari del trattamento è FARBAS, con sede legale in Potenza, Via Pretoria, 277.

Per l’esercizio dei diritti di cui all’Art. 7 del Codice privacy e di cui agli artt. da 15 a 22 del Regolamento UE e per chiedere l’elenco aggiornato dei Responsabili del trattamento le società potranno essere contattate al seguente indirizzo:

info@farbas.org

Consenso al trattamento dei dati personali

Acquisite le sopra riportate informazioni, con la presentazione della richiesta di partecipazione, con la presentazione dell’offerta e/o con la sottoscrizione del Contratto, il legale rappresentante pro tempore del candidato prende atto ed acconsente espressamente al trattamento come sopra definito dei dati personali che lo riguardano.

Il candidato si impegna ad adempiere agli obblighi di informativa e di consenso, ove necessario, nei confronti delle persone fisiche (Interessati) di cui sono forniti dati personali nell’ambito della procedura di affidamento, per quanto concerne il trattamento dei loro Dati personali da parte della FARBAS per le finalità sopra descritte.

Il Responsabile del Procedimento, ai sensi dell’art. 31 del D.Lgs. 50/2016 è il dott. Danny Grano.

Avviso indagine di mercato