principali finalità del progetto “LUCANIA NATURA MADRE”

  • Indurre un effetto trascinamento dal basso attraverso la divulgazione verso le nuove generazioni (sfruttare una sorta di concetto di nativi ambientali);
  • offrire una vetrina delle realtà e delle scoperte di habitat, delle eccellenze e delle criticità ambientali;
  • sollecitare il decisore politico ad una più attenta pianificazione ambientale che tenga conto della percezione consapevole di ambiente delle nuove generazioni finalizzata allo sviluppo sostenibile del territorio attraverso un patto tra politica, cittadini e forze attive del territorio;

CINERASSEGNA: AMBIENTE E TERRITORI

IL CINEMA DALLA PARTE DEL PIANETA

Nell’ambito del progetto sono previsti una serie di incontri tematici e di confronto con i ragazzi degli Istituti Comprensivi che hanno aderito al progetto. Durante gli incontri saranno proiettati i docufilm selezionati tra quelli più importanti della cinematografia di settore, tra cui:

  • L’ECONOMIA DELLA FELICITA’  (2016) di Helena Hodge
  • TRASHED  VERSO I RIFIUTI ZERO (2015) di Jeremy Irons
  • L’UTILE MERAVIGLIA (2016) di Prospero Bentivenga
  • WASTE LAND (2014)  di Lucy Walker
  • OCEANI (2015) di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud
  • LA NOSTRA TERRA (2014) di Giulio Manfredonia
  • TUTTI GLI UOMINI HANNO UN PREZZO (2015) di Andrea Filardi
  • CHERNOBYL… (2016) di Tony Verace

La rassegna cinematografica è a cura del cinecronista Mimmo Mastrangelo

LNM

Bando

1 BANDO di concorso:

Premio “LUCANIA NATURA MADRE”

Fondazione Osservatorio Ambientale Regionale Basilicata

(Scadenza per la presentazione delle domande: 10 febbraio 2018 alle ore 12.00)

Art. 1 – Oggetto del bando:

Selezione per l’assegnazione di un Premio, riservato agli Istituti Comprensivi della Regione Basilicata sulla base della presentazione di un progetto.

Finalità

• promuovere la crescita culturale e sociale della popolazione;

• individuare ed incentivare iniziative idonee alla valorizzazione e alla salvaguardia delle risorse ambientali attuali e potenziali del territorio lucano;

• tutelare il paesaggio, il patrimonio storico, artistico e culturale;

• promuovere la conoscenza e l’approfondimento delle problematiche del contesto ambientale del territorio lucano;

• far scoprire e riscoprire habitat e contesti ambientali dimenticati e/o poco conosciuti del territorio lucano.

Art. 2 – Destinatari del bando e requisiti di ammissione Gli Istituti Comprensivi del Sistema scolastico della Regione Basilicata che includono sezioni della Scuola secondaria di primo grado potranno presentare almeno una candidatura. (Per gli Istituti con un numero superiore a 150 studenti delle classi prima, seconda e terza della secondaria sarà possibile presentare una seconda candidatura con gruppo di lavoro differente).

Art. 3 – Domanda di partecipazione e termine di presentazione La selezione dei vincitori avverrà attraverso un percorso a più fasi.

Il progetto deve essere candidato entro il 10 febbraio 2018 attraverso la redazione di un formulario che 2 contiene gli elementi fondamentali dell’idea progettuale (ALLEGATO 1).

Attraverso il formulario, l’idea progettuale deve raccontare le risorse Ambientali della nostra regione tramite l’approfondimento di temi specifici e la rappresentazione delle principali potenzialità e/o criticità territoriali. In particolare il progetto proposto da ciascun Istituto, dovrà descrivere l’idea progettuale indicando la tipologia di rappresentazione finale tra le seguenti possibili opzioni:

  1. Cortometraggio, massimo 8 minuti in formato Mp4 o avi
  2. Racconto, massimo 15000 battute in formato pdf
  3. Reportage, massimo 15000 battute in formato pdf
  4. Fotoracconto, massimo 10 pagine
  5. Rappresentazione figurata, massimo 20 minuti in formato Mp4 o avi All’interno del formulario devono essere forniti i dettagli sulle tematiche e le metodologie che si prevedono di utilizzare per la sua successiva realizzazione.

La SCHEDA descrittiva del progetto andrà consegnata entro le ore 12 del 10 febbraio 2018 con una delle seguenti modalità:

  1. consegna a mano dal lunedì al venerdì orario 9.00 – 18.00 presso Fondazione Osservatorio Ambientale Regionale, C.so Vittorio Emanuele II N.3, Marsico Nuovo (PZ), oppure Corso Garibaldi n. 139, Potenza.
  2. a mezzo raccomandata A/R all’indirizzo: Fondazione Osservatorio Ambientale Regionale, C.so Vittorio Emanuele II N.3 – 85052 – Marsico Nuovo (PZ)
  3. per e-mail al seguente indirizzo: info@farbas.org indicando nell’oggetto: Bando di concorso “Progetto Lucania Natura Madre 2018”. (in caso di consegna a mano o per raccomandata, la domanda di partecipazione dovrà essere chiusa in busta sigillata recante la dicitura Bando di concorso “Progetto Lucania Natura Madre 2018”).

Art. 4 – Selezione dei progetti ammessi alla fase finale Le candidature saranno esaminate da una Commissione nominata dal Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione Osservatorio Regionale Ambientale Basilicata. La Commissione valuterà le schede presentate ammettendo alla fase successiva i progetti valutati positivamente. Ad ogni progetto ammesso sarà erogato un contributo di € 250,00 (in denaro o materiale didattico indicato da FARBAS).

Art. 5 – Incontri formativi rivolti agli studenti coinvolti nel Progetto La fase finale del premio sarà preceduta dalla realizzazione di incontri formativi rivolti agli studenti degli Istituti Comprensivi che hanno presentato l’idea progettuale in opportune sedi e secondo calendario da stabilire a cura del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione. Agli incontri 3 parteciperanno esperti della materia che forniranno utili indicazioni sui contenuti dei progetti. Gli incontri saranno svolti sia nella Provincia di Potenza sia in quella di Matera.

Art. 6 – Consegna del progetto finale Il progetto finale dovrà essere consegnato alla FARBAS corredato dalla scheda descrittiva (Allegato_2) e consegnato con le modalità di cui all’art. 2 entro e non oltre le ore 12 del 21 Aprile 2018.

Gli Istituti che consegneranno il progetto da candidare alla selezione finale riceveranno un secondo contributo in denaro o materiale didattico indicato da FARBAS per un valore minimo di € 500,00 – massimo di € 1000 (il valore finale sarà determinato dal numero dei progetti pervenuti sulla base delle risorse disponibili).

A pena di esclusione dalla selezione, alla domanda dovranno essere allegati i seguenti documenti:

• Indicazione del Responsabile del Gruppo di Lavoro del progetto candidato;

• Elenco degli studenti che hanno contribuito alla stesura del progetto;

• Autorizzazione all’utilizzo del materiale prodotto da parte di FARBAS per le finalità esclusive del progetto. N.B.: La Commissione giudicante si riserva la facoltà di verificare la correttezza delle informazioni inviate in autocertificazione. La sottoscrizione della domanda di partecipazione implica la piena accettazione di tutto quanto previsto nel presente bando.

Art. 7 – Commissione Giudicatrice finale I progetti definitivi saranno esaminati da una Commissione composta da 5 membri dei quali un rappresentante nominato dagli Uffici Scolastici Regionali e gli altri da esperti della materia (professori universitari, ricercatori di enti di ricerca, esponenti delle istituzioni, cultori della materia, docenti degli Istituti Scolastici) individuati dal Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione Osservatorio Ambiente Regione Basilicata. La Commissione selezionerà i progetti più meritevoli (uno per ogni tipologia di rappresentazione) ai quali conferire il premio finale del Progetto Lucania Natura Madre.
La Commissione si riunirà presso la sede della FARBAS o presso la sede della Regione Basilicata. La Commissione giudicante valuterà i lavori utilizzando i seguenti criteri:
  1. Originalità del lavoro e coerenza con i temi del progetto;
  2. Presenza di spunti innovativi sui temi dello sviluppo sostenibile al fine di tutelare e salvaguardare;
  3. Gli aspetti ambientali e le peculiarità del territorio della Basilicata;
  4. Ricchezza di riferimenti ed approfondimenti bibliografici;
  5. Svolgimento ed estetica di presentazione.

I prodotti della fase progettuale e quella realizzativa resteranno di uso esclusivo della FARBAS. Eventuali diversi utilizzi degli stessi saranno soggetti ad autorizzazione/liberatoria della Fondazione. Il premio sarà assegnato a giudizio insindacabile della Commissione. In caso di parità prevarrà l’Istituto comprensivo con minore numero di iscritti. I vincitori del premio, uno per ogni tipologia di rappresentazione, saranno contattati all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione e dovrà dare espressa accettazione e/o rinuncia al premio entro 5 giorni dal ricevimento della segnalazione.

Art. 8 – Consegna del premio:

I premi saranno consegnati ai vincitori delle diverse categorie attraverso la consegna di assegni al portatore del valore di € 2.500 nel corso del mese di maggio 2018. Il conferimento dei premi e dei contributi rappresentano il riconoscimento del merito personale e un titolo d’incoraggiamento nell’interesse della collettività. La mancata presenza del vincitore durante la cerimonia sarà causa di decadenza dall’assegnazione, ed il premio non erogato andrà ad aumentare l’importo che sarà messo a disposizione per il successivo eventuale premio se riproposto nel 2019 ovvero destinato ad altre iniziative di promozione della Fondazione Osservatorio Ambiente Regionale Basilicata.

Art. 9 – Disposizioni specifiche La partecipazione alla selezione implica l’autorizzazione implicita all’eventuale pubblicazione, uso, diffusione del testo integrale o di stralci del progetto sul sito www.farbas.org o su qualsiasi altra pubblicazione o mezzo di divulgazione definita da FARBAS. Resta implicito che la proprietà intellettuale dei prodotti candidati rimane in capo agli autori e alle scuole, eventualmente nelle forme Creative Commons Free Culture.

Le domande di partecipazione prive di sottoscrizione, non debitamente compilate, o prive di uno o più dei documenti da allegare richiesti comportano l’esclusione dalla selezione. Eventuali chiarimenti su quanto indicato nel presente bando possono essere ottenuti scrivendo all’indirizzo email info@farbas.org o telefonicamente al numero 0975342098. Il responsabile del procedimento è il dott. Dino De Angelis.

Art. 10 -Trattamento dei dati personali Il trattamento dei dati è disciplinato dal Decreto Legislativo n. 196 del 30/06/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” e successive modifiche.

Allegati di progetto:

CINERASSEGNA: Ambiente e Territori

Progetto “LUCANIA NATURA MADRE”

                                 Presenta: cine-rassegna AMBIENTE E TERRITORI

IL CINEMA DALLA PARTE DEL PIANETA

a cura del cinecronista Mimmo Mastrangelo

16- 30 MAGGIO 2018 NEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI

PROGRAMMA:

  • 16/05 I.C. di Policoro – L’ECONOMIA DELLA FELICITA’  (2016) di Helena Hodge
  • 18/05 I.C. Montescaglioso – TRASHED  VERSO I RIFIUTI ZERO (2015) di Jeremy Irons
  • 21/05 I.C. Pietragalla – L’UTILE MERAVIGLIA (2016) di Prospero Bentivenga
  • 23/05 I.C. Avigliano – WASTE LAND (2014)  di Lucy Walker
  • 25/05 I.C. Paterno – OCEANI (2015) di Jacques Perrin e Jacques Cluzaud
  • 28/05 I.C. Marsicovetere – LA NOSTRA TERRA (2014) di Giulio Manfredonia
  • 30/05 I.C. Spinoso – TUTTI GLI UOMINI HANNO UN PREZZO (2015) di Andrea Filardi
  •                                 26 APRILE 1986. CHERNOBYL… (2016) di Tony Verace

PRESENTAZIONE

“NOI ABBIAMO BISOGNO DELLA NOSTRA

TERRA PIÙ DI QUANTO LEI ABBIA BISOGNO DI

NOI, MA IL NOSTRO DESTINO È INESTRICABILMENTE

INTRECCIATO CON QUELLO DELLA TERRA”

“Non possiamo risolvere i problemi usando lo stesso tipo di pensiero che li ha creati”.
Il monito di Albert Einstein risale a lunghi decenni fa del secolo che ci siamo lasciati alle spalle, ma le parole del grande fisico e filosofo tedesco non appaiono per nulla datate, ancora vogliono (possono) indicarci il giusto sentiero. Ossia quella strada che ci siamo ostinati a non voler vedere, quel corso che si è voluto ignorare, perché tutelare l’ambiente, salvare la terra dall’inquinamento non è stato mai in cima ai pensieri dell’uomo. Ora il cinema non ha nessun potere, men che mai quello di mettere sotto tutela il pianeta con un colpo di bacchetta facendo scorrere delle immagini su uno schermo, ma la settima arte può aiutarci ad anticipare “il mondo futuro” in modo da farlo funzionare come dovrebbe, può aiutarci ad aprire gli occhi sugli ecosistemi, sull’inquinamento che affligge gli uomini tutti in quanto fanno parte di un solo organismo. Non esiste il “cinema green” come genere, ma da quasi un trentennio sono sempre più le produzioni che affrontano il tema della natura o della salvaguardia del pianeta così come sono cresciute nel mondo le rassegne e i festival che affrontano, queste tematiche.
Anche con FILM AMBIENTE E TERRITORI, subprogetto di “LUCANIA NATURA MADRE” redatto dalla Farbas e curato dal cineasta Mimmo Mastrangelo, portando un pugno di pellicole nelle scuole dei centri della Basilicata, proviamo a divulgare tra i ragazzi una certa sensibilità per la salvaguardia della terra e di coloro che la abitano. Col supporto dell’arte, le immagini << Vogliono camminare – per dirla con l’artista Joseph Beuys – per la difesa della natura e del tempo, anche a partire da un rinnovato rapporto tra gli uomini >>.
Sono il tempo e la natura che ci inducono a scoprire e a conservare, e quindi a dirci la verità anche sulla nostra identità…Che va gelosamente conservata.
Il Presidente FARBAS
Giovanni Mussuto

[service_box title=”i ragazzi nelle scuole” subtitle=”galleria fotografica” icon=”icon10″ icon_link=”http://www.farbas.it/foto-gallery-lucania-natura-madre/” text=”Persone che fanno l’Ambiente” btn_text=”accedi alla galleria fotografica” btn_link=”http://www.farbas.it/foto-gallery-lucania-natura-madre/” btn_size=”normal” target=”_top”]

 

EVENTO finale 4 giugno 2018

Evento finale Lucania Natura Madre

Una vera e propria festa dell’ambiente che ha visto la partecipazione numerosa di tutte le scuole degli Istituti Comprensivi della Basilicata che hanno partecipato al progettoLucania Natura Madre. Una sfida tra “persone che fanno l’Ambiente” che, con i loro elaborati, realizzati secondo le diverse categorie in lizza per un primo premio, hanno mostrato di avere creatività e consapevolezza ecologista. Al di la della circostanza e delle classifiche, per tutto il tempo della manifestazione, ha prevalso lo spirito costruttivo e la gioia di stare insieme.

Così, i ragazzi, ci insegnano che gli obiettivi di breve periodo si possono realizzare se si è disponibili a rivedere i propri comportamenti e le proprie abitudini di vita rispettando, da subito, quello che la natura offre preservandola da attacchi indiscriminati, da inquinamento esterno e depauperamento. Una visione nuova che, con i loro lavori, ci fanno osservare attraverso l’Ecolocchio. Un occhio Verde che vede lungo. E’ stato questo il fil rouge che ha accompagnato la realizzazione dei lavori che hanno presentato.

La manifestazione è stata animata dai ragazzi della scuola locale di Organetto e dallo scrittore Dino De Angelis che, oltre a condurre la giornata e a scandire i tempi del programma, accompagnato dal maestro Gianni Mercury, si è esibito in una pièce unica e suggestiva.

Nella prima edizione di Lucania Natura Madre, inoltre, la Commissione che ha giudicato i lavori, costituita dal prof Antonio Scopa, prof Antonio D’angola, dott. Enzio Rizzo, dott. Dino De Angelis, dott. Riccardo Lopes, ha riconosciuto 7 premi speciali aggiungendoli ai 3 primipremi per le categorie in corso: Cortometraggio, Fotoracconto e racconto.

  • Rispettivamente:

PER LA CATEGORIA CORTOMETRAGGIO:

premi speciali:

  • Per gli aspetti ambientali trattati:
  • I.C. G. Leopardi di Potenza
  • per la creatività:
  • I.C. “Giovanni XXIII” di Lauria
  • per l’innovazione:
  • IC “Minozzi / Festa” di Matera
  • per l’originalità:
  • I.C. “L. Milani” di Potenza – plesso di Vaglio di Basilicata 
  • per l’estetica:
  • I.C. Statale di Brienza – Plesso di Sasso di Castalda

PER LA CATEGORIA FOTORACCONTO:

premi speciali:

  • per la ricchezza di riferimenti
  • I.C. EX S.M. “G. Pascoli” di Matera 

PER LA CATEGORIA RACCONTO:

premi speciali:

  • per gli aspetti relativi alla peculiarità del territorio
  • I.C. “M. Granata” di Rionero

3 PREMI PRINCIPALI:

1. Categoria “Cortometraggio”

  • I.C. “J. Stella” di Muro Lucano – Plesso di Castelgrande,
  • Piccola Guida Ambientale di Castelgrande

2. Categoria “Fotoracconto”

  • I.C. “Berardi-Nitti” di Melfi”,
  • Bussiamo alle porte di Melfi. Dialogo Immaginario tra Federico II e le Mura di Melfi

3. Categoria Racconto

  • I.C. Statale di Irsina, c
  • Per i sentieri sterrati di Verrutoli

[service_box title=”Evento Finale” subtitle=”Foto Galleria” icon=”icon10″ icon_link=”http://www.farbas.it/evento-finale-lucania-natura-madre/” text=”Persone che Fanno l’Ambiente” btn_text=”Scopri i Vincitori del Progetto” btn_link=”http://www.farbas.it/evento-finale-lucania-natura-madre/” btn_size=”normal” target=”_top”]